Come ti presenti ai clienti? scegli le migliori confezioni in legno

On 1 febbraio 2010 by RobertoColombo

Quando Ti presenti a qualcuno che non conosci cosa fai per avere da subito un impatto positivo?
Bel vestito, barba fatta per noi uomini, capelli e trucco in ordine per le signore, il miglior sorriso ed una stretta di mano vigorosa.

Questo è ottimo tra persone, ma se di te devono parlare i tuoi prodotti?
Qual’è la prima impressione che devono suscitare?

In primis, quella di aver ben speso i propri soldi, e non importa che siano tanti o pochi.
Quindi massima cura nella presentazione, nei dettagli, nel valore aggiunto che trasmettiamo con ogni più piccolo particolare.

Nel caso del vino molto di questo viene senz’altro dall’etichetta.
Non me ne vogliano tutti quelli che dedicano anima e corpo nella perfetta riuscita del loro prodotto, il vino appunto, ma la gente comune, ed io sono tra questi, compra quello che gli piace, quello che la colpisce anche solo graficamente, insomma compra il bello e l’originale quando non conosce direttamente il prodotto o il produttore.
Ovviamente non tutti procedono così nei loro acquisti, ed altrettanto ovviamente questo non è garanzia del prodotto migliore a livello qualitativo, è un discorso generalista ma che funziona in molti mercati e settori.
E nel settore vinicolo la bottiglia e l’etichetta sono senza dubbio tra i primi dettagli che vengono analizzati e processati a livello inconscio dall’acquirente.
Una bella bottiglia ed una bella etichetta, ben curata nei colori e nella grafica aiuta e non poco.

L’etichetta è un tratto distintivo fondamentale, ovviamente anche per il fatto che sono regolate per legge.
Ma un etichetta deve necessariamente essere costosa per essere bella?
Non proprio, esattamente come avviene per il packaging di legno, le cassette per il vino.

Pensiamo ai vantaggi che la tecnologia ci ha offerto in tutti questi anni.
La stampa digitale ha permesso di contenere se non abbattere del tutto i costi degli impianti di stampa, permettendo nel frattempo basse tirature e colori sempre più sgargianti.

Lo stesso procedimento si applica alle nostre confezioni in legno.
Infatti Cromobox nasce con l’intento di portare un alto valore aggiunto a quello che viene troppo spesso come un semplice imballo da spedizione.
Come posso portare valore aggiunto con una confezione in legno ?
Partendo dal presupposto che non è più SOLO una confezione di legno.
Pensiamo alla sorte che tocca alle confezioni di legno, spesso dimenticate in cantina, messe in garage con all’interno qualche piccolo attrezzo o gettate in discarica nel peggiore dei casi.
Questo perché non comunicavano niente, erano pensate come imballaggio e dopo il loro uso sono state smaltite o accantonate.
Se invece avessimo scelto meglio come e cosa comunicare, avremmo trasformato un costo ( l’imballaggio ) in un’opportunità, il ricordo del cliente.
Se il cliente si ricorda di te per qualcosa di speciale, sei ad un ottimo punto per tenertelo stretto negli anni a venire, la fedeltà del cliente sul mercato vale oro.
Ora prova a pensare ad un utilizzo creativo delle tue confezioni di vino, pensa ad un contenitore che si possa utilizzare tutto l’anno all’interno dell’abitazione del tuo cliente, pensa fuori dagli schemi se ne sei capace……..

se si allora comprenderai come questa confezione in legno e la sua grafica potrebbe fare al caso tuo

Comments are closed.